Shomurodov: “Emozionante il primo incontro con Mou. Puntiamo a vincere la Conference League”

Eldor Shomurodov mette in mostra le proprie capacità anche in nazionale, visto che proprio ieri è andato a segno nella partita amichevole, giocata e persa per 2-1 dall’Uzbekistan contro la Svezia. Prima di scendere in campo il calciatore giallorosso ha rilasciato un’intervista per Championat.Asia nel corso della quale ha parlato della sua attuale esperienza con la maglia della Roma, a partire dall’approdo nella Capitale: “È successo tutto in una settimana. Mourinho ha parlato prima con il mio agente e poi con me. Non potevo credere si chiudesse così velocemente”. L’attaccante si è espresso anche a proposito dello Special One: “Non c’è pressione nel lavorare con Mourinho. Lavoriamo tutti per l’obiettivo comune. Il primo incontro con lui è stato emozionante, ora siamo come un maestro e il suo studente. È un grande psicologo, è bello lavorare con lui”.

“La differenza tra Roma e Genoa è enorme. Il Genoa lotta per la salvezza, la Roma per i primi posti. Dal punto di vista dell’organizzazione la Roma ovviamente è un top club. L’obiettivo principale è tornare in Champions League. Poi puntiamo anche a vincere la Conference League”. Ha spiegato l’uzbeko che la scorsa stagione ha giocato proprio nel club ligure. Infine Shomurodov ha fatto riferimento al compagno di reparto Tammy Abraham e anche alla possibilità di giocare in coppia: “Tutti i giocatori vogliono giocare sempre, ma d’altro canto la Roma è una grande squadra. Provo sempre a dare il massimo, sia quando entro dalla panchina sia quando gioco titolare. Ci saranno tante partite, tutti avranno la loro chance. All’inizio è stato un po’ difficile da accettare, ma ora è tutto a posto. Continuo a lavorare e posso anche giocare insieme a lui. Ancora non siamo stati provati in coppia, ma Mourinho sa che io posso giocare anche come esterno. Penso che ci proverà insieme più avanti”.