La moviola di Bodo Glimt – Roma: è regolare la rete della Roma

Trasferta norvegese per la Roma di Mourinho che nell’ultima gara di andata del proprio girone C di Conference League fa visita al Bodo Glimt allenato da Knutsen. Per questa gara la UEFA ha designato una quaterna arbitrale turca: arbitro sig. Ali Palabiyik, 40 anni. I suoi collaboratori sono Olguncan e Ogel con quarto ufficiale Ozdaman. In questa competizione non c’è il VAR fino alla finale. 

La moviola di Bodo Glimt – Roma:  PRIMO TEMPO

8° minuto: regolare l’1-0 del Bodo Glimt. Bellissima azione dei norvegesi che grazie  ad uno scambio tra Fet (BOD) e Botheim (BOD) vanno in rete con quest’ultimo. Qualche difensore romanista alza il braccio per chiamare un’azione di offside che sinceramente non c’è. Tutto regolare.  Scelta corretta. 

28° minuto: regolare il gol della Roma.  Su lancio lungo di Diawara (ROM) Carles Perez (ROM) controlla il pallone e batte in uscita il portiere Haikin (BOD). Lo spagnolo sul lancio del compagno è tenuto in gioco da Sampsted (BOD). Rete regolare.  Scelta corretta. 

33° minuto: ammonizione di Darboe (ROM).  Entrata da tergo del giallorosso Darboe (ROM) su uno scatenato Konradsen (BOD). Il giallo ci sta tutto.  Scelta corretta. 

37° minuto: ammonizione di Lode (BOD).  Fallo al limite della propria area del difensore Lode (BOD) su Carles Perez (ROM), anche se non sembra cattivo. Per l’arbitro lo è e lo ammonisce.  Scelta un po’ eccessiva. 

La moviola di Bodo Glimt – Roma:  SECONDO TEMPO 

52° minuto: regolare il 3-1 del Bodo Glimt.  E’ regolare anche la terza rete dei padroni di casa, quando con Sampsted (BOD) supera Diawara (ROM) sulla linea di fondo e fa l’assist per la doppietta di Botheim (BOD).  Scelta corretta. 

91° minuto: non c’è il rigore chiesto dal Bodo Glimt.  Konradsen (BOD) tira il pallone addosso al braccio di Ibanez (ROM) che però è attaccato al corpo quindi non può essere rigore. Fa bene l’arbitro turco a dare solo l’angolo per i norvegesi.   Scelta corretta. 

 

Voto all’arbitro Palabiyik: 6,5  Presenza più che sufficiente in una gara che si è commentata da sola.