Dzeko, riprenditi la Roma (FOTO)

Oggi Edin Dzeko compie 35 anni e lo fa alla vigilia del match di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk. Domani, infatti, la Roma affronterà in trasferta il gruppo guidato da mister Castro nella gara di ritorno degli ottavi. Non è ancora confermato, ma Fonseca potrebbe decidere di lasciare in panchina il bosniaco, in vista del discusso appuntamento di domenica prossima in campionato contro il Napoli. Questi giorni saranno di fuoco per i giallorossi che dopo aver sfidato gli ucraini, con il risultato vincente dell’andata in casa, avranno a che fare nel fine settimana con un recupero velocizzato per arrivare preparati alla gara interna contro il gruppo di Gattuso: una partita che sarà determinante per conquistare un posto nella Champions League del prossimo anno.

https://twitter.com/romatube_it/status/1372093092866756608?s=20

DZEKO, LA ROMA E I NUMERI

Tornando a Dzeko, questa stagione è stata segnata da poche luci e molte ombre: dallo stop a novembre per il Covid, ai dissapori con Fonseca che gli sono costati la fascia da capitano e la panchina fino al recente infortunio per un problema agli adduttori. Fermo tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo, adesso è arrivato il momento di dare una svolta a quest’anno poco soddisfacente. A parlare per lui sono i numeri: in Serie A il 9 giallorosso ha giocato 19 partite realizzando 7 reti (doppietta al Benevento e un gol al Milan, al Bologna, all’Atalanta, al Cagliari e alla Sampdoria) e 1 assist, per un totale di 1349’ giocati (56%). Dati che confrontati con gli anni passati potrebbero far riflettere:

  • 15/16: 31 partite – 8 reti – 3 assist (1954’)
  • 16/17: 37 partite – 29 reti – 12 assist (3052’)
  • 17/18: 36 partite – 16 reti – 2 assist (3019’)
  • 18/19: 33 partite – 9 reti – 7 assist (2573’)
  • 19/20: 35 partite – 16 reti – 11 assist (2853’)

Quest’anno in Europa League il cigno di Sarajevo ha solcato il terreno verde per 245’ giocando 6 partite, realizzando 3 reti e facendo 1 assist. Ferendo con un gol nel girone lo Young Boys e partecipando con una marcatura all’andata e una al ritorno nelle due sfide contro il Braga.

  • 15/16 (Champions League): 7 partite – 2 reti – 1 assist (481’)
  • 16/17 (Europa League): 8 partite – 8 reti – 2 assist (523’)
  • 17/18 (Champions League): 12 partite – 8 reti – 5 assist (1078’)
  • 18/19 (Champions League): 6 partite – 5 reti – 3 assist (570’)
  • 19/20 (Europa League): 8 partite – 3 reti – 3 assist (686’)

ROMA-DZEKO, UNA SVOLTA AL CAMPIONATO

I numeri non sono tutto, ma sono importanti: proprio per questo non bisogna dimenticare che Dzeko è il terzo giocatore nella storia della Roma ad aver segnato di più con 116 gol (in 248 partite, avendo anche realizzato 52 assist) dopo Totti (307) e Pruzzo (138) e aver superato Amadei (119), adesso quarto. Alla luce di questi dati, il bosniaco ora sarà chiamato a prendere per mano, da leader, la squadra capitolina e aiutarla a uscire da un momento di difficoltà. Anche se in questi mesi la sua assenza e il suo apporto sono mancati a tratti: in alcune partite la mancanza di un gol o la semplice presenza in campo oppure il suo contributo diretto si sono avvertiti e a volte no, visti i gol realizzati dai compagni non solo di reparto ma anche da centrocampisti e difensori. Domani probabilmente Fonseca sceglierà di far giocare dal 1’ Borja Mayoral per giocarsi la carta Dzeko nel match contro i partenopei. Sarà proprio in quell’occasione che il bosniaco potrà dare un decisivo contributo al percorso della Roma, dando un netto cambio di rotta anche alla propria annata. Domani sera, comunque, il bosniaco potrebbe sempre entrare in corsa per mettere minuti nelle gambe e partecipare alle sorti della sfida europea, così come fece nel 2018 proprio contro lo Shakhtar, con 1 assist per Under nel match di andata e il gol all’Olimpico nella gara di ritorno.