Cagliari-Roma, trascorsi e intrecci futuri

Domani alle 18 la Roma è attesa alla Sardegna Arena per la sfida contro il Cagliari: un esame da non sottovalutare nonostante l’imminente scontro con il Manchester United di giovedì prossimo, per continuare il sogno Europa League.

Embed from Getty Images

I PRECEDENTI

Il club capitolino, reduce da una sola vittoria nelle ultime sette trasferte di Serie A (2N, 4P), affronta un Cagliari terz’ultimo in classifica famelico di riscatto e salvezza, per rimanere nel massimo campionato italiano. I pronostici sembrano però essere a favore della Roma, che ha vinto cinque delle ultime sette trasferte di Serie A in casa dei rossoblù, pareggiando le altre due. L’ultimo successo interno del Cagliari contro i giallorossi risale infatti al Febbraio 2012, con Davide Ballardini in panchina.

L’imperativo sembra essere tenere d’occhio João Pedro, che segnato ben cinque gol nelle sue ultime tre presenze in Serie A contro la Roma e che contro nessun’altra squadra ha realizzato più reti.

GLI INTRECCI DI MERCATO

Grande assente di domani sarà Radja Nainggolan, amatissimo ex della Roma e “ago della bilancia della squadra” del tecnico rossoblù Leonardo Semplici, per essere stato squalificato a seguito del cartellino giallo preso a Udine in diffida.

Nonostante non sarà della partita per positività al Covid-19, nell’occhio del ciclone c’è invece Alessio Cragno che, secondo indiscrezioni di mercato, figura nella lista dei portieri che il direttore sportivo della Roma sta valutando per sostituire il finora deludente contribuito di Pau Lopez. Una delle priorità del prossimo mercato giallorosso è infatti il numero uno della squadra che verrà e per cui si sta cercando soprattutto nel campionato italiano. Oltre al portiere toscano del Cagliari, infatti, i papabili sono Musso, Meret, Gollini e Silvestri.

Embed from Getty Images

Da parte della Roma, due erano i nomi più caldi per un possibile trasferimento al Cagliari nel mercato scorso. Trasferimento che non ha poi visto la luce: Federico Fazio e Juan Jesus sono infatti rimasti nella Capitale, nonostante non siano al centro del progetto del club.

Quanto il futuro mercato ci riserverà è ancora tutto da vedere. Per ora, occhio e buone intenzioni alla sfida di domani.