Gambe gonfie e ritenzione idrica: la nuova routine per le tue gambe

Lo stile di vita incide fortemente sulla ritenzione idrica, specialmente quella accumulata sulle gambe. Come provare a porvi rimedio.

ritenzione idrica da cosa deriva
Cellulite (Foto da Canva) – romatube.it

Erroneamente si associa la ritenzione idrica all’aumento di peso. Senza dubbio quello può essere un fattore incidente, ma anche chi ha poca massa grassa può avere la ritenzione idrica. Essa consiste nell’accumulo di liquidi nel corpo. Che oltre a creare degli effetti davvero antiestetici, come ad esempio la cellulite, può essere un campanello di allarme di altre patologie, come ad esempio insufficienza renale o problemi cardiovascolari.

La ritenzione idrica tende a concentrarsi nelle aree più grasse, come le cosce ed i glutei, ma è scissa da essi. Difatti esistono persone con una massa grassa importante ma senza ritenzione idrica. Sono principalmente le donne a soffrire di questo disturbo. In Italia circa il 30% delle donne ha ritenzione idrica nelle gambe o sui glutei. Il sintomo visibile della ritenzione idrica è l’edema, ovvero il rigonfiamento. Le cause, oltre a patologie, possono essere alimentazione sbagliata o uno stile di vita scorretto.

Ritenzione idrica, come combatterla

Se si vuole abbattere la ritenzione idrica, ci si deve impegnare parecchio. Oltre a prediligere bevande fluidificanti del sangue, come ad esempio il mirtillo, si devono applicare alcune accortezze nella dieta. Innanzitutto prediligere cibi con pochi grassi, specie se saturi. Eliminare bevande alcoliche e fumo, ridurre il caffè ed anche le bevande analcoliche troppo zuccherate o ricche di caffeina.

ritenzione idrica da cosa deriva
Edema ai piedi (Foto da Canva) – romatube.it

Inoltre è fondamentale associare l’attività fisica. Per delle gambe più snelle si può tentare il nuoto o la bicicletta, preferibilmente in acqua. Allo stesso tempo si deve lavorare per rinforzare il quadricipite. È consigliato sdraiarsi e massaggiare le gambe lungamente, tenendole vicendevolmente verso l’alto, e portando il movimento delle mani dal ginocchio all’inguine. Quando le gambe si gonfiano, si consiglia di tenerle allungate e preferibilmente ad un’altezza leggermente superiore al bacino, in modo da far defluire il sangue venoso dalle periferie del corpo.

L’acqua, prezioso alleato

ritenzione idrica da cosa deriva
Acqua oligominerale (Foto da Canva) – romatube.it

Per combattere e sconfiggere la ritenzione idrica e la cellulite senza dubbio si deve bene molta acqua oligominerale. L’acqua aiuta a sciogliere gli accumuli di liquidi ed a portarli via. Quando si inizia a bere molta acqua l’effetto primario è l’aumento della minzione.

Poi piano piano l’idratazione passa alle parti più profonde del corpo, eliminando ritenzione idrica, inestetismi quali la cellulite, e rendendo in generale il corpo più sano ed idratato. Bere molta acqua non ha alcuna contrindicazione. L’unica, potrebbe essere l’abbassamento di pressione che risulterebbe nocivo per le persone che già soffrono di pressione sanguigna bassa. È importante scegliere l’acqua ideale, preferibilmente con poco sodio.

Impostazioni privacy