Congedi straordinari e Permessi Legge 104, novità per le domande online: i dettagli

Sono arrivate alcune novità che riguardano gli sportelli telematici Inps. Nel dettaglio, è stata inserita la funzionalità “Variazione dati domanda”: scopriamo di cosa si tratta nel dettaglio.

 

Scopriamo quali sono le novità e tutto quello che c’è da sapere

Novità in arrivo per quanto riguarda gli sportelli telematici Inps, i nuovi servizi riguardano i permessi relativi alla Legge 104 e ai congedi straordinari. Nello specifico, si tratta del servizio “Variazione dati domanda”. Questa funzione è direttamente raggiungibile dal portale accedendo al servizio “Indennità per permessi fruiti dai lavoratori per assistere i familiari disabili in condizione di gravità o fruiti dai lavoratori disabili medesimi”.

Con l’introduzione del servizio sarà consentito al lavoratore di poter variare tutti i dati di una domanda che era stata in precedenza inoltrata, proprio all’istituto in modalità telematica. Importante ricordare, però, che i vincoli saranno gli stessi della normativa vigente. Quali sono i dati che possono essere variati? Tra questi: l’indirizzo del domicilio, le dichiarazioni fornite in fase di presentazione della domanda e i dati lavorativi.

Le altre novità, tutto quello che c’è da sapere

Altre sono le novità introdotte. Sarà anche possibile, grazie alla nuova funzionalità rinunciare alla domanda precedente, presentando allo stesso tempo quella nuova e aggiungendo le variazioni che si vogliono apportare. Quando è possibile fare richiesta di “Variazione dati domanda”? Questa può essere effettuata solo per chi ha fatto domanda in corso di fruizione nel mese di presentazione della richiesta. Mentre, se durante la comunicazione, il periodo è trascorso o non ancora partito, in questo caso non sarà possibile fare nessun tipo di variazione.

Alla fine del nuovo inserimento, in entrambi i casi: ovvero per la rinuncia o per per la nuova domanda con i dati variati, ci sarà la voce “riepilogo dati”, qui verranno mostrati i dati della richiesta effettuata. Concluse le procedure e dopo aver ricevuto la conferma, le comunicazioni verranno entrambe protocollate singolarmente, di conseguenza sarà possibile rivedere sia il riepilogo che la ricevuta. Ecco, cosa cambia da ora per chi utilizza il metodo telematico per inoltrare la richiesta. Altri chiarimenti sono stati forniti dall’INPS in merito al riscatto delle lauree

Impostazioni privacy