Ripercorriamo la storia: i precedenti più belli in Svizzera

La sfida di Europa League contro lo Young Boys, in programma giovedì 22 ottobre alle 18:55, aprirà il cammino della Roma nella competizione europea. I giallorossi  hanno incontrato per 11 volte squadre svizzere in competizioni UEFA, ottenendo 6 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. Il dato negativo è che nelle ultime 5 gare giocate in trasferta, i giallorossi hanno vinto solamente una volta. Tra le sfide più belle ricordiamo: Zurigo-Roma 2-2 della stagione 1998/1999 e Basilea-Roma 2-3 del 2010/2011.

Zurigo-Roma 2-2

Una delle trasferte storiche della Roma in Svizzera è sicuramente quella appartenente alla stagione 1998/1999 contro lo Zurigo. La sfida era valevole per gli ottavi di finale di Coppa Uefa (all’epoca si chiamava così e non Europa League). I giallorossi venivano dal risultato favorevole dell’andata per 1-0 con gol di Francesco Totti. In Svizzera, la Roma si schierava così: Chimenti, Zago, Aldair, Petruzzi, Candela, Di Biagio, Di Francesco, Tommasi, Paulo Sergio, Totti, Delvecchio. In panchina sedeva il boemo Zdenek Zeman. Apre le marcature Delvecchio al minuto 13 e la qualificazione sembra essere a portata di mano; poi Bartlet firma una doppietta che riapre la qualificazione. A spegnere ogni speranza dello Zurigo è ancora Totti che trasforma su calcio di punizione al limite dell’area di rigore al 90′ minuto.

Punizione Totti. Zurigo-Roma 2-2

Basilea-Roma 2-3

Il secondo match, stavolta siamo a Basilea, è quello tra Basilea e Roma. La sfida della stagione 2010/2011 è valevole per la 4°giornata del girone di Champions League. I giallorossi allenati da Claudio Ranieri (che proprio ieri ha compiuto 69 anni) si schieravano con: Julio Sergio, Cassetti, Burdisso, Juan, Riise, Menez (74′ Greco), De Rossi, Simplicio, Perrotta, Totti, Vucinic(67′ Borriello). La Roma vinse la sua prima trasferta in Svizzera per 3-2, trascinata dai gol di Menez, Totti (rigore) e Greco. I giallorossi passano in vantaggio al 16′. Vucinic parte dalla trequarti ma al momento del tiro va giù, alle sue spalle spunta Menez che con il destro infila il pallino del gioco nell’angolino basso della porta difesa da Costanzo. La partita adesso è tutta in discesa, e la Roma guadagna fiducia oltre che campo. Riise al 24′ s’invola verso l’area svizzera, entra in area e al momento del tiro viene messo al tappeto. Rigore sacrosanto. Il capitano dagli undici metri non perdona e sigla il raddoppio. Nella ripresa la Roma si complica la vita e al 24′ Burdisso apre la strada a Frei che ringrazia e accorcia le distanze. Ranieri decide di sostituire Vucinic e Menez con Borriello e Greco. E sono proprio quest’ultimi due che propiziano il terzo gol dei capitolini. Borriello si beve due difensori in area, poi va giù, l’arbitro applica la regola del vantaggio e Greco da due passi sigla il suo primo gol con la maglia giallorossa. La partita non finisce qui. Al 37′ gli svizzeri accorciano di nuovo le distanze con Shaqiri ma da questo punto in poi c’è solo lo spazio per i tanto attesi titoli di coda. La Roma ipoteca il passaggio del turno.

Gol di Leandro Greco 1-3 Basilea Roma