Serturini show! La Roma batte la Juve nella semifinale di Coppa Italia

La Roma si aggiudica la semifinale di andata di Coppa Italia battendo al Tre Fontane la Juventus. Un successo storico per la compagine capitolina, che per la prima volta riesce a sconfiggere le titolatissime bianconere di Rita Guarino.

Il 2-1 finale lascia aperto il discorso della qualificazione, ma premia giustamente le ragazze di Betty Bavagnoli per la buona prestazione offerta, sebbene ancora una volta abbiano peccato in cinismo non riuscendo a concretizzare diverse buone occasioni che avrebbero potuto dare un indirizzo diverso alla gara e permesso di mettere un’ipoteca più solida sulla finale.

Restano il risultato, la bella prestazione e la possibilità di trovare nuova linfa e convinzione nelle proprie possibilità da mettere in campo nel ritorno previsto per il prossimo 24 aprile.

Pronti-via Serturini gol!

L’avvio è tutto romanista, con le giallorosse già in vantaggio dopo 2′ con Annamaria Serturini, brava a farsi trovare pronta sotto porta sull’invito di Andressa, dopo che Paloma Lazaro, pescata in area bianconera dall’iniziativa della Thomas, non era riuscita a concludere.

La Roma continua a spingere nella prima parte del primo tempo, con la Juventus in palese difficoltà, e potrebbe raddoppiare ancora con la Serturini ma la sua conclusione finisce alta sulla traversa dopo la bella iniziativa della Thomas.

Le bianconere escono dal guscio solo dopo un quarto d’ora, con una buona occasione che vede la Pedersen approfittare di una conclusione sporca di Girelli, ma il diagonale della danese sibila di poco sul fondo.

Fiutata l’aria la Roma abbassa il ritmo e cerca di controllare il match; tenta qualche sortita offensiva ma rimane concentratissima nella fase difensiva, con Linari e e Soffia brave ad arginare le iniziative bianconere.

Altra juve nella ripresa

Ad inizio secondo tempo la Juve cala l’asso con la Bonansea al posto di Maria Alves, ma la prima grande occasione ce l’ha ancora la Roma, con la solita Serturini che si libera per un gran cross dalla sinistra sul quale Thomas arriva con in ritardo per un soffio.

Poco dopo arriva il momentaneo pareggio bianconero; Bonansea salta con un po’ di fortuna Soffia, crossa dalla destra con la Hurtig brava ad anticipare la difesa e a spedire in rete da due passi. La Roma non ci sta e si fa subito pericolosa con una splendida conclusione a giro di Serturini, finita fuori davvero di un soffio.

La partita si fa sempre più intensa, a tratti dura, segno che la posta in palio è alta e la gara particolarmente sentita. A fare le spese di tanto agonismo è in particolare la Girelli, uscita addirittura in barella dopo un duro contrasto con Linari e la stessa Andressa, costretta ad uscire con la caviglia in disordine nel corso della ripresa

La gara si fa bella anche per l’atteggiamento “aperto” delle due squadre, entrambe alla ricerca del vantaggio. Ad impedirlo alle bianconere è al 57′ la Herzen che si immola sulla conclusione a botta sicura della Caruso.

La Bonansea alza bandiera bianca e lascia il posto a Zamanian, aumenta la stanchezza e aumentano gli errori; una indecisione tra Ceasar e Linari che si impappinano sull’arrivo di Caruso. Il rimpallo finisce sul fondo di un nulla.

Riscossa giallorossa

La Roma a però il merito di non mollare e di riprendere il filo e va ancora vicina al vantaggio al 74′ con una doppia occasione della Serturini; prima con un pallonetto dopo l’uscita difettosa di Giugliani, ma Sembrant salva sulla linea di porta, poi l’estremo difensore bianconero è bravo a deviare in corner la seconda conclusione.

La pressione romanista aumenta e genera una serie di corner che portano a buone occasioni per la Herzen, tiro respinto, e Paloma Lazaro, il cui colpo di testa finisce alto di poco.

Le squadre si allungano e favoriscono frequenti ribaltamenti di fronte. Quello decisivo arriva ll’88’: Vanessa Bernauer pennella un cross in area per Serturini; controllo delizioso e diagonale insidiosissimo respinto lateralmente dalla Giuliani sul quale irrompe Thomas che da posizione defilata appoggia in rete il vantaggio romanista.

Nei minuti di recupero le giallorosse sciupano malamente l’occasione per rimpinguare il bottino, gettando alle ortiche un contropiede quattro contro uno per un controllo difettoso della stanchissima Serturini, le bianconere recuperano le posizioni e si salvano.

Il tabellino

Reti: 2′ Serturini, 49′ Hurtig, 88′ Thomas

Roma (4-3-3): Ceasar; Erzen, Swaby, Linari, Soffia; Andressa (55′ Ciccotti), Giugliano, Bernauer; Thomas, Lazaro (90′ Banuzic), Serturini. All. Bavagnoli A disp. Baldi, Bonfantini, Corrado, Severini, Corelli, Pettenuzzo, Battistini. 

Juventus Women (4-3-3): Giuliani; Hyyrynen (72′ Lundorf), Salvai, Sembrant, Boattin; Caruso (72′ Rosucci), Pedersen, Cernoia; Maria Alves (46′ Bonansea, 59′ Zamanian), Girelli (72′ Staskova), Hurtig. All. Guarino. A disp. Bacic, Giordano, Lundorf, Caiazzo, Rosucci, Galli, Staskova.

Arbitro: Rutella di Enna

Ammonite: Caruso, Bernauer