Roma-Torino: dalla sfida Dzeko-Belotti al magico 3-2 di Totti

La Roma cerca la seconda vittoria consecutiva in campionato contro il Torino. Dopo il 5-1 rifilato al Bologna, la squadra di Fonseca vuole proseguire il suo percorso di crescita anche nella sfida con i granata. I giallorossi sono momentaneamente al sesto posto in classifica con 21 punti, mentre i piemontesi occupano la terzultima posizione a quota 6. Due situazioni completamente diverse, ma i capitolini dovranno fare attenzione alle motivazioni degli avversari che verranno all’Olimpico con il coltello tra i denti.

PRECEDENTI

I precedenti tra Roma e Torino in totale tra campionato e coppa sono 176. Il bilancio è favorevole ai giallorossi: 74 vittorie, 46 pareggi e 56 sconfitte. 252 gol fatti e 229 subiti. Analizzando solo le 150 sfide in Serie A la musica non cambia: 64 successi, 40 pareggi e 46 ko. 213 reti fatte e 188 subite. La supremazia dei romanisti è evidente anche nelle 75 partite di campionato disputate in casa: 48 vittorie, 13 pareggi e 14 sconfitte. Sono 142 i centri realizzati dalla Roma contro i 76 dei granata.

Il Torino è la squadra contro la quale la Roma ha vinto più partite in Serie A. Come detto in precedenza, i giallorossi hanno battuto i granata 64 volte in campionato su 150 gare. Parliamo del 42% di successi che si alza ulteriormente se consideriamo solo le gare giocate all’Olimpico: 64% di vittorie (48 su 75). Una tradizione positiva che non deve assolutamente mutare domani sera.

I BOMBER DEL CONFRONTO

Nei confronti tra le due formazioni ci sono stati spesso molti gol. I migliori marcatori di queste sfide in campionato sono: Enrique Guaita (9), Pedro Waldemar Manfredini (9), Roberto Pruzzo (8), Paolo Pulici (8) e Valentino Mazzola (7). Andando a vedere solo le partite disputate allo stadio Olimpico, i bomber delle due squadre sono: Valentino Mazzola (5), Pedro Waldemar Manfredini (5), Cesare Fasanelli (5), Francesco Totti (4) e Raffaele Costantino (4).

Mettendo di fronte i bomber attuali di Roma e Torino i numeri sono i seguenti. Edin Dzeko ha segnato 3 gol ai granata in 10 confronti, ottenendo 6 vittorie, un pareggio e 3 sconfitte. Dall’altra parte Andrea Belotti ha punito i giallorossi in 5 occasioni. Il suo bilancio contro i romanisti, però, è negativo: 6 sconfitte, 2 pareggi e 4 successi.

IL ROMA-TORINO PIÙ EMOZIONANTE

Dei quattro centri realizzati da Francesco Totti all’Olimpico contro il Torino, ce ne sono due che resteranno nel cuore dei tifosi. Il 20 aprile 2016 la squadra di Luciano Spalletti affronta in casa i granata di Gian Piero Ventura. Il primo tempo si chiude con il vantaggio degli ospiti grazie al rigore di Belotti. Nella ripresa, al 65′, arriva il pareggio di Manolas che sembra poter cambiare le sorti della sfida. A 9 minuti dalla fine del match i granata tornano avanti con la rete di Martinez. Doccia fredda per la Roma. Ma non è finita. Al minuto 86 al posto di Keita entra in campo il capitano, Francesco Totti. Pochi secondi più tardi, sulla punizione di Pjanic, si avventa sul pallone proprio il numero 10 in spaccata e sigla il 2-2. Esultanza con le braccia aperte sotto alla Curva Sud come a voler abbracciare i tifosi presenti sugli spalti. All’89’ viene fischiato un calcio di rigore ai giallorossi e sul dischetto si presenta ovviamente il capitano. Totti non sbaglia e mette il pallone alle spalle di Padelli. 3-2 per la Roma! Lo stadio esplode di gioia e molti tifosi si commuovono per quello che hanno appena visto. Un campione assoluto che è riuscito a cambiare una partita in due minuti a 39 anni, una serata magica. E questa magia, per fortuna, l’abbiamo vissuta solo noi romanisti grazie a Francesco Totti.