Roma, non tramonta Borja Mayoral. Ma che calciatore è? (VIDEO)

Ad appena una settimana dalla chiusura del mercato, la Roma sembra aver definito il colpo che porterà in dote il vice-Dzeko. Si tratta di Borja Mayoral, attaccante spagnolo di proprietà del Real Madrid, da cui arriverà probabilmente in prestito con diritto di riscatto. Andiamo dunque alla scoperta di Borja Mayoral, tracciandone un profilo che possa aiutare a capire in che modo potrà essere utile alla causa della Roma.

Carriera

Nato a Parla, città della comunità autonoma di Madrid, il 5 aprile 1997, Borja Mayoral entra giovanissimo nelle giovanili dei Blancos, con cui compie tutta la trafila fino ai margini della prima squadra. Messosi in luce nell’edizione 14/15 della UEFA Youth League, in cui segna 7 gol in 7 partite, viene aggregato ai grandi per la stagione successiva. Con le merengues fa solo 6 apparizioni complessive, ma torna a giocare in Youth League, stavolta segnando 8 reti in 7 match. Per la stagione 16/17 il Real lo manda a farsi le ossa in Germania, girandolo in prestito al Wolfsburg. Con la maglia dei Lupi colleziona 21 presenze ma solamente 2 gol, prima di tornare alla base.

La stagione 17/18 la passa interamente con i Blancos, segnando 7 reti in 24 presenze tra Liga e Champions League, competizione che il Real Madrid vince ai danni del Liverpool. Ad agosto del 2018, però, fa di nuovo le valigie, stavolta direzione Valencia, sponda Levante. Nelle ultime due stagioni con la maglia dei Granotes, mette insieme 64 presenze, 14 gol e 4 assist. Numeri non proprio entusiasmanti per una punta, ma dietro i quali si celano caratteristiche peculiari, che fanno di Borja Mayoral un colpo interessante in ottica Roma.

Caratteristiche

Di piede destro, benché non spicchi sotto il profilo fisico (182 cm x 73 kg), Borja Mayoral è un attaccante che non disdegna il lavoro sporco, sia a contatto con gli avversari che nello stretto. Come ha confermato Cristina Cubero, giornalista di Mundo Deportivo, ai microfoni della nostra trasmissione Cor core acceso, Mayoral non si distacca molto da Edin Dzeko nell’interpretazione del ruolo di centravanti. Come il bosniaco, infatti, anche lo spagnolo tende molto ad aiutare la squadra. Abbassandosi sotto la metà campo, svariando su tutto il fronte d’attacco, proteggendo la palla e giocando di sponda spalle alla porta, Mayoral mette la sua buona tecnica al servizio dei compagni, contribuendo a creare spazi preziosi nelle difese avversarie.

Dove può sicuramente migliorare, d’altra parte, è in zona gol. Pur essendo a tutti gli effetti una prima punta, il suo tabellino complessivo (includendo tutte le competizioni giocate) recita 55 gol in 174 presenze. Borja Mayoral non è dunque il bomber da area di rigore che alla Roma manca da tempo, ma un calciatore che, per caratteristiche, sembra inserirsi perfettamente negli schemi offensivi di Paulo Fonseca. Guardando qualche sua azione non è difficile immaginarlo, in maglia giallorossa, dialogare con la batteria di trequartisti a disposizione del tecnico portoghese. E chissà, magari, anche con risultati migliori sotto il profilo realizzativo. D’altronde, avendo appena compiuto 23 anni, Borja Mayoral può ancora crescere tanto, soprattutto alle spalle di un Edin Dzeko motivato ma comunque alle soglie dei 35 anni, e dunque non in grado di affrontare tutti gli impegni di una stagione lunga come quella che aspetta la Roma.

(fonte dati: Transfermakt)