Roma-Diego Costa: c’è il contatto

Diego Costa è più di una semplice suggestione. Nei giorni scorsi la Roma ha intensificato i rapporti con il suo procuratore Jorge Mendes, il quale conosce Tiago Pinto sin dai tempi del Benfica e potrebbe avere una corsia preferenziale. Lo scoglio dell’ingaggio è però grande: l’attaccante prendere 8,5 milioni a stagione netti a Madrid e nella Capitale dovrebbe quanto meno dimezzare il suo precedente stipendio andando a percepire più o meno quello che prende attualmente Javier Pastore. Al momento però il Wolverhampton è in vantaggio, ma la chiusura dell’affare di Willian Jose da parte del club inglese e gli stessi Fonseca e Tiago Pinto potrebbero fare la differeza.

DIEGO COSTA-DZEKO: LASCIANO I CLUB PER I STESSI MOTIVI?

Dietro alla rescissione dell’attaccante c’è un motivo molto simile a quello che potrebbe allontanare Dzeko dalla Roma: una rissa sfiorata. Il direttore del popolare programma radiofonico spagnolo El Transistor José Ramón de la Morena ha rivelato a Marca i retroscena della rescissione del contratto di Diego Costa con l’Atletico Madrid: “Il rapporto con il tecnico in allenamento era già irrecuperabile e con Nelson Vivas, assistente di Simeone, anche peggio. Perché dopo la trasferta di San Sebastian per il match contro la Real Sociedad è mancato solo il contatto fisico tra i due dopo una rissa verbale furiosa che per poco non è sfociata in una scazzottata.”  Magari anche su questo sta riflettendo la Roma, perchè l’esuberanza ed il carattere fumantino dell’attaccante è ormai noto a tutti.

DIEGO COSTA-ROMA: UN AMORE SEMPRE SFUMATO

Il giocatore è stato più volte cercato negli anni passati dai giallorossi: nel 2013, nel 2018, nel 2020. Tutte trattative poi saltate per varie vicissitudini legate a stipendi, ambizioni, allenatori e altro. Magari quest’anno, dopo il quarto contatto in 8 anni, sarà la volta buona per vedere lo spagnolo in maglia giallorossa? I contatti ci sono, ma il 1 febbraio si avvicina.