Mexes: “Scudetto? Spero lo vinca la Roma, ce l’ho sempre nel cuore”

Philippe Mexes, ex difensore della Roma, ha parlato oggi a Radio Marte, tornando sulla sua esperienza romana insieme a Luciano Spalletti sulla panchina.

Queste le sue parole:

“Napoli? Quando andavamo a giocare lì ci cagavamo addosso perché era una squadra forte! Ma anche questo è il bello del calcio. Da quanto non sento Spalletti? Sentivo più spesso Baldini, Spalletti l’ho sentito una volta ma non ho più avuto notizie. Se mi chiamasse Spalletti per entrare nel suo staff? Koulibaly darebbe una sveglia pure a me! Un messaggio per Spalletti? Non deve avere dubbi su sé stesso perché è un grande allenatore. Ha scelto piazze pesanti, deve stare sempre in campo con passione, lasciasse fuori quello che è extra calcio. In passato ne ha sofferto, ogni volta prendi una botta e non è semplice reagire. Scudetto? Io spero che vinca la Roma, ce l’ho sempre nel cuore. Piazza molto bella e pesante, non voglio fare il lecchino ma non mi sarei mai aspettato di vivere una cosa così. Al Milan c’era un altro ambiente, ho vissuto due cose diverse, Roma è più umana”.

Embed from Getty Images

“Napoli da Scudetto? Non dipende solo da Spalletti, magari! Ci sono i giocatori, c’è lo staff a cui lui tiene molto. Se i giocatori sentono quello che chiede è più semplice per lui ma ovviamente non va lui sul campo. Attacchiamo sempre l’allenatore ed è vero che conta ma chi va sul campo deve dare qualcosa in più, pensare al gruppo e alle richieste del tecnico”