Leicester, Rodgers: “Stadio pieno? Può essere uno svantaggio per la Roma”

È il giorno della verità. Tra qualche ora la Roma scenderà in campo per affrontare il Leicester nel match di ritorno della semifinale di Conference League: I Foxes si presenteranno all’Olimpico per dare del filo da torcere al gruppo di Mourinho, dopo il pareggio ottenuto in casa all’andata per 1-1. La squadra di Brendan Rodgers, coppa europea a parte, è reduce dalla sconfitta subita domenica scorsa in casa del Tottenham per 3-1.

Embed from Getty Images

RODGERS IN CONFERENZA STAMPA
Rodgers, alla vigilia di questo importantissimo match, ha parlato di diversi argomenti riguardanti proprio la sfida di domani, come riportato da Tuttomercatoweb: “Dobbiamo mostrare lo stesso carattere che abbiamo avuto fino a qui. Sappiamo come fare, le partite contro Rennes e PSV erano gare difficili contro buone squadre. È una mentalità simile”.
Il tecnico dei Foxes ha detto la sua riguardo al fattore stadio Olimpico:
“Non necessariamente, magari loro vorranno attaccare un po’ di più, ma il sistema è basato sulla solidità. I due attaccanti potrebbero pressare un po di più. Penso che la partita sarà simile, ma possono essere influenzati per attaccare ancora. La Roma è forte in contropiede e sui calci piazzati”. E anche riguardo al fattore pubblico: può essere un vantaggio?
“Ma anche uno svantaggio. Sai che dovrai avere a che fare con quella pressione, ma allo stesso tempo la puoi usare a tuo vantaggio. Abbiamo giocato in grandi atmosfere, non sarà una cosa così nuova. Non vediamo l’ora”.

Andrete in finale?
“Si tratta di un match da dentro o fuori. So che siamo stati in grado di fare una buona partita contro una squadra difficile da affrontare nel match di andata e questo ci ha già aiutato”.
Che tipo di bottiglia di vino Mourinho vi darà al ritorno?
“Una tazza di te. Non sono un grande bevitore. Non mi interessa un calice di vino e lui non ha bisogno di fare una cosa reciproca. Il mio è stato un gesto di rispetto”.

Embed from Getty Images

LA PROBABILE FORMAZIONE
Il mister del Leicester, domenica scorsa, nella sfida contro gli Spurs ha fatto un ampio turnover, comprensibilmente con lo scopo di preservare alcuni elementi per la sfida di stasera. Rodgers in occasione della conferenza stampa, ha risposto anche alle domande sui suoi giocatori, come Maddison e Dewsbury-Hall: “Stanno bene. Si sono allenati ieri e tutto è andato al meglio”. E ha parlato anche di Vardy, rientrato proprio nel match di giovedì scorso contro la Roma: “Sta tornando al meglio, quindi è a disposizione per la partita. È pronto a partire dall’inizio, come qualsiasi altro giocatore eccetto Ndidi e Bertrand”.

Il modulo che l’allenatore inglese sceglierà resta, proprio come la settimana scorsa, un dubbio. All’andata contro la squadra dello Special One, Rodgers aveva optato per il 4-2-3-1, mentre contro il Tottenham ha scelto il 3-1-4-2. Con queste opzioni, se ne aggiunge una terza, il 4-3-3: Schmeichel; Pereira, Fofana, Evans, Castagne; Maddison, Tielemans, Dewsbury-Hall; Albrighton, Vardy, Barnes.