Il prossimo avversario: l’Inter di Antonio Conte

Ennesimo banco di prova, stavolta da non fallire. La Roma ha iniziato il 2021 ottenendo 6 punti contro Sampdoria e Crotone e ora non vuole deludere le aspettative nello scontro diretto con l’Inter. I nerazzurri, a tre partite dal termine del girone di andata, hanno tre punti in più rispetto agli uomini di Fonseca e la partita di domenica alle 12.30 per i giallorossi rappresenta una ghiotta occasione per poter agganciare una delle squadre nettamente favorite per lo scudetto ad inizio campionato.

Come arrivano le squadre al match

La Roma è imbattuta da 12 gare casalinghe di campionato con 9 vittorie e 3 pareggi. La sua serie senza sconfitte in casa più lunga da febbraio 2017, in cui arrivò a quota 24. I giallorossi arrivano alla sfida dopo tre successi consecutivi contro Cagliari, Sampdoria e Crotone e con 33 punti in classifica, frutto di 10 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. Sono 35 i gol segnati dalla squadra di Fonseca e 24 quelli subiti. L’Inter contro la Sampdoria ha interrotto una striscia di imbattibilità di 11 partite consecutive con 9 vittorie e 2 pareggi. A Marassi è stata travolta dalle reti degli ex Candreva e Keita. I nerazzurri arrivano alla sfida a quota 36 punti e al secondo posto in classifica ad una lunghezza dal Milan.

Punti di forza e di debolezza

L’Inter occupa il secondo posto in classifica con 36 punti in 16 gare di cui 11 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. Con 41 gol effettuati e 21 subiti, i nerazzurri registrano una differenza reti pari a +20. Dai dati si evince che il reparto offensivo nerazzurro è il migliore della Serie A. Infatti, è terza per numero di tiri effettuati con 220, prima per assist con 27. Le reti incassate fino a questo momento sono invece state 21, di cui 6 solo nelle ultime 4 gare. L’ultimo clean sheet risale infatti al 16 dicembre contro il Napoli (1-0). Gli altri due punti di forza sono rappresentati dalla media dei chilometri percorsi a partita (111.7) e i gol messi a segno di testa (8). Per quanto riguarda invece il possesso, in media tengono palla per 28’47. Un’occhiata al cronometro rivela che tendono ad essere più pericolosi nell’ultima mezz’ora di gioco con il 53% dei gol fatti. Più vulnerabili, invece, tra il 30′ e il 45′ e tra il 60′ e il 75′ con il 24% dei gol subiti. A San Siro sono arrivate 6 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta, segnando 23 gol e subendone 13. In trasferta sono arrivate 5 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta con 18 gol fatti e 8 subiti.

I precedenti del match

Sono 87 i precedenti di campionato giocati in casa della Roma. Negli ultimi tre il bilancio è di una vittoria nerazzurra e due pareggi per 2-2: in tutte le ultime sei gare giocate allo stadio Olimpico entrambe le squadre hanno trovato la via del gol: 23 le reti nel parziale. Il segno “X” si è verificato anche in cinque degli ultimi otto incontri all’Olimpico, con un successo nerazzurro per 1-3 nella stagione 2017/2018 (la prima da ex di Luciano Spalletti) e due dei giallorossi nelle stagioni 2014/2015 per 4-2 e 2016/2017 per 2-1.