Fienga: “Rinvio Juve-Napoli? Risposta della Lega più ridicola della decisione” (VIDEO)

Dopo circa un’ora si è conlucusa l’udienza sul caso Diawara al Collegio di Garanzia del CONI. Hanno parlato l’avv. Conte, l’avvocato Fanini dell’Hellas Verona e il procuratore nazionale avv. Rossi. Alla fine dell’udienza il Ceo Fienga ha commentato a caldo la decisione. Queste le parole:

Speriamo che la Corte accolga l’invito a riconsiderare una norma che è oggettivamente troppo rigida e che non gradua per le pene nella distinzione tra un errore e un atto fatto con dolo. Abbiamo detto che la Roma non si nasconde, ammette le proprie responsabilità nell’aver fatto un errore che non porta alcun vantaggio e se mai questa norma rischia di portare un vantaggio al Verona. Aver commesso questo errore certamente può essere sanzionato, ma chiediamo che sia sanzionato in maniera diversa. La norma è chiara, ora il compito al Collegio di Garanzia se si può rivedere la norma. Il Verona ha detto quello che riteneva di dover dire nella maniera in cui l’ha detto. A me interessa quella che è la posizione della Roma e la decisione della Corte”.

Ci sono somiglianze con il caso Ragusa? 

Non la pensiamo in questo modo perché nel nostro caso avevamo tanti slot liberi, con Diawara e altri giocatori. Nel precedente caso la lista presentanta dal Sassuolo era completa quindi doveva per forza cambiare un giocatore che era stato cambiato.

Su Juve-Napoli?

Su Juve-Napoli non vorrei aggiungere nulla rispetto alla lettera. La risposta della Lega sulla nostra richiesta di motivazioni del rinvio di Juventus Napoli è ancora più ridicola della decisione. Ci è stato detto che la decisione del rinvio non necessita di motivazioni, le uniche che ci sono state date non sono raccontabili.

Rinvio Roma-Napoli? 

“Non si intende alcuna richiesta della Roma a riguardo, adducendo che la prassi vuole che in partite che non si riferiscono a Coppe europee, basta l’accordo tra le squadre. Immaginate se questa regola venisse applicata da tutte le squadre in questo campinoato”

Strappo?

“No, stiamo pensando a fare il nostro campionato augurandoci che non ci siano più episodi così parziali e soggettivi all’interno di una Lega che ha enormi lacune”