Caso Suarez-Juventus: Procura ferma l’indagine

Decisione clamorosa presa dal procuratore capo di Perugia Raffaele Cantone che ha deciso di interrompere le attività investigative in corso sullo “scandalo Suarez” che secondo gli investigatori avrebbe sostenuto all’Università per Stranieri di Perugia un esame molto facilitato. Lo Stop deciso da Cantone riguarderebbe anche gli interrogatori e le audizioni dei testimoni.

Come riportato dall’ANSA, la decisione sarebbe legata a quelle che vengono ritenute ripetute violazioni del segreto istruttorio. Il magistrato ha inoltre deciso l’apertura di un fascicolo per accertare eventuali responsabilità: Sono indignato per quanto successo finora, compreso l’assembramento dei mezzi d’informazione oggi sotto alla procura – ha dichiarato – Faremo in modo che tutto questo non accada più“.

Proprio quest’oggi l’inchiesta stava entrando nel vivo con gli interrogatori, da persone informate sui fatti, dei legali della Juventus, Luigi Chiappero e Maria Turco, e con il conferimento degli incarichi ai periti informatici per il lavoro su pc e telefonini dopo le perquisizioni di martedì. Come emerso giovedì scorso infatti, Chiappero ha partecipato ad una riunione con i rappresentanti dell’Università per stranieri di Perugia per consentire a Suarez di svolgere l’esame di italiano necessario per ottenere la cittadinanza.

Certamente le fughe di notizie su indagini delicate sono un rischio che inquirenti ed investigatori mettono sempre in conto ma lo stop di una indagine delicata e all’inizio del suo percorso è un fatto abbastanza raro.