Ajax-Roma: numeri e precedenti in terra d’Olanda

La stagione della Roma sembra scorrere lungo due strade esageratamente distinte: da un lato c’è il cammino altalenante in campionato e dall’altro quello in Europa League che giovedì la vedrà sfidare l’Ajax. I giallorossi dovranno affrontare il match in trasferta, valido come gara d’andata dei quarti di finale, provando a dimenticare in fretta la partita pareggiata domenica scorsa contro il Sassuolo, che lihanno visti scivolare verso il settimo posto in classifica.

AJAX: L’ULTIMA VITTORIA INTERNA CONTRO UN’ITALIANA

La squadra di Fonseca si sta dimostrando, nel corso di questa stagione, più incline alle sfide europee rispetto a quelle relative alla competizione nazionale. Giovedì, dunque, potrebbe costruire un piccolo mattoncino utile per conquistare il passaggio del turno. Per i nostalgici non sarà difficile ricordare l’ultima volta che la Roma ha raggiunto la semifinale in una competizione europea: proprio nella stagione 2017/2018, dopo l’emozionante rimonta ai danni del Barcellona che portò poi alla sfida con il Liverpool. Altro giro altra corsa, stavolta per procedere toccherà sfidare il gruppo di Erik Ten Hag (primo in Eredivisie con 69 punti e ben distaccato dalla seconda e la terza, rispettivamente PSV Eindhoven e AZ Alkmaar, entrambe a 58 punti). L’Ajax, in cui sarà assente l’ex Stekelenburg, infortunato, arriva alla gara contro i capitolini dopo un percorso finito male nel girone di Champions League, condiviso con Liverpool, Atalanta e FC Midtjyalland, e un cammino in Europa League che l’ha visto superare prima il Lille e poi lo Young Boys (presente nel girone della Roma). Osservando, inoltre, un paio di dati riguardanti il club olandese, c’è un piccolo collegamento con i giallorossi: l’ultima squadra battuta in casa dal club di Amsterdam risale al 2002. L’Ajax non vince, infatti, una partita contro un’italiana dalla stagione 2002/2003. Quell’anno a farne le spese fu proprio la Roma che perse in trasferta 2-1 nella gara di andata, valida per la seconda fase a gironi di Champions League. Da allora l’Ajax ha rimediato solo pareggi e sconfitte contro Juventus, Milan, Inter e Fiorentina, per chiudere con la sfida più recente contro l’Atalanta dello scorso dicembre.

EUROPA-ROMA: IL MOMENTO DI SCRIVERE UNA PAGINA NUOVA

La Roma, dunque, reduce da un pareggio deludente in Serie A, si presenterà ad Amsterdam senza El Shaarawy, infortunato, e Karsdorp, squalificato. Fonseca per cercare di dare un’impronta positiva al cammino europeo si affiderà probabilmente dal 1’ minuto a Dzeko, contando anche sul recupero di Veretout e Ibanez. Occhi puntati, quindi, sulla Roma, ancora aggrappata alla speranza di riuscire a dare un senso a questa stagione, grazie all’Europa League. Pensando, inoltre, al prossimo incontro, nel passato europeo dei giallorossi risale al 2015 l’ultimo confronto con una formazione olandese: il Feyenoord, sempre in Europa League. All’epoca il gruppo capitolino pareggiò in casa e vinse in trasferta, passando così il turno per poi subire l’eliminazione agli ottavi con la Fiorentina. Il bilancio generale, invece, della Roma contro un club olandese è equilibrato: 2 vittorie, 2 sconfitte e 2 pareggi. Passerà, in definitiva, da Amsterdam il futuro imminente della Roma che dovrà cercare di fare del suo meglio per raggiungere di nuovo una semifinale europea in cui, inoltre, poter incontrare, magari, il Manchester United che invece sfiderà il Granada: per scrivere così anche una pagina diversa della propria storia contro una squadra inglese.